spot vodafone con bruce willis per la partnership sky online

ci sono spot brutti

e spot molto brutti

alcune citazioni dal copione:

“ma venga che qui di fibra ce n’è”

“ma è mio marito che dovrei scaricare”

Senza nome

Annunci

falqui: basta la parola? no che non basta

si è ripresentato in radio uno spot istituzionale falqui.

lo trovate nella sezione “comunicazione” del loro sito e credo meriti un ascolto (solo uno però), poiché molto istruttivo (qui l’mp3).

in pratica è la lettura di un lungo, noioso e soporifero comunicato stampa da parte dell’AD giovanna montanari, che apre con un bel “buongiorno a tutti”, impostando così da subito il tono del messaggio e prosegue leggendo un temino aziendale.

essere “istituzionali”, parlare della  propria storia e della propria azienda non vuol dire essere pallosi e auto-referenziali.

e per fare uno spot radio non bastano le parole.

tu mettici un animale che va sempre bene

un grazie di cuore a creativi, comunicatori e committenti.

ancora una volta dimostrate di avere grande considerazione dei consumatori delle persone, del loro tempo e della loro intelligenza.

la nuova campagna vodafone con la foca monica (ripeto: foca monica) lo dimostra.

il punto non è l’uso degli animali (visto che sono un fan della serie di spot brioschi col cinghiale) ma del personaggio insulso e antipatico, voce stridula della littizzetto, “storia” e realizzazione ignobili.

comunque, per i meno scettici, ci sono serissime possibilità di divertirsi interattivamente ad aiutare Monica a risolvere i suoi dilemmi.

ps: tempo fa mi aveva colpito questo semplice spot per vodafone square.
semplice, appunto, non pretenzioso, ma efficace.

barilla sbarella

perchè guido?

perchè non hai optato solo per le dichiarazioni scritte (sempre che avessero un senso) e hai voluto strafare con questo video che, dal punto di vista della comunicazione, è imbarazzante? *

guido-barilla-1

in ordine sparso:

– la faccina triste

– lo sguardo da bimbo che ha fatto una marachella e si deve far perdonare

– il tono dimesso e incerto

– la luce da obitorio

– lo sfondo a caso (una croce? un finestrone?)

– il capello improbabilissimo

– la spontaneità da ostaggio

– la lettura stentata (ma imparare a memoria o fare qualche prova no eh?)
sabotata da degli a-capo infingardi
nella mia vita ho sempre rispettato ogni persona [pausa … pausa …] che ho incontrato anche gli omosessuali e le loro famiglie

– il titolo (GUIDO BARILLA SI SCUSA)

complimenti all’ufficio stampa (o comunicazione o relazioni esterne) o come si chiama in barilla

tra l’altro, molti elementi sono l’esatto opposto del frame di anteprima del video, dove guido si presenta con piglio deciso e determinato, capello a modo, una luce degna di questo nome (… e una camicia non spiegazzata)

guido-barilla-2

sul resto della vicenda concordo molto con gianluigi cogo

* i giudizi morali li lascio ai tanti commentatori che in questi giorni si sono dati da fare …

 

ps:

vodafone square – nuoto

ho visto questo spot di vodafone square un paio di volte

solitamente le pubblicità delle compagnie telefoniche sono abbastanza deprimenti – se non deficienti – e anche questa non brilla certo per originalità, ma almeno:

1) non sfrutta l’immagine femminile

2) non rappresenta i giovani come completi cerebrolesi

3) non ha un motivetto molesto e ripetitivo

4) punta sull’amicizia e sul divertimento “creativo”, che strappa un sorriso e genera un minimo di empatia

5) simula un user-generated content, ma senza esagerare, rendendolo adatto anche per la tv

6) non c’è un testimonial imbarazzante

7) il claim “Il bello è raccontarlo subito agli amici” è diretto, positivo e chiaro, senza la pretesa di essere furbetto o ammiccante

ovviamente vodafone non si è risparmiata qualche caduta di tono nella campagna per square e sinceramente mi pare criptico il significato delle icone che accompagnano la comunicazione, che sembrano messe lì tanto per richiamare la grafica “social”