falqui: basta la parola? no che non basta

si è ripresentato in radio uno spot istituzionale falqui.

lo trovate nella sezione “comunicazione” del loro sito e credo meriti un ascolto (solo uno però), poiché molto istruttivo (qui l’mp3).

in pratica è la lettura di un lungo, noioso e soporifero comunicato stampa da parte dell’AD giovanna montanari, che apre con un bel “buongiorno a tutti”, impostando così da subito il tono del messaggio e prosegue leggendo un temino aziendale.

essere “istituzionali”, parlare della  propria storia e della propria azienda non vuol dire essere pallosi e auto-referenziali.

e per fare uno spot radio non bastano le parole.

barilla sbarella

perchè guido?

perchè non hai optato solo per le dichiarazioni scritte (sempre che avessero un senso) e hai voluto strafare con questo video che, dal punto di vista della comunicazione, è imbarazzante? *

guido-barilla-1

in ordine sparso:

– la faccina triste

– lo sguardo da bimbo che ha fatto una marachella e si deve far perdonare

– il tono dimesso e incerto

– la luce da obitorio

– lo sfondo a caso (una croce? un finestrone?)

– il capello improbabilissimo

– la spontaneità da ostaggio

– la lettura stentata (ma imparare a memoria o fare qualche prova no eh?)
sabotata da degli a-capo infingardi
nella mia vita ho sempre rispettato ogni persona [pausa … pausa …] che ho incontrato anche gli omosessuali e le loro famiglie

– il titolo (GUIDO BARILLA SI SCUSA)

complimenti all’ufficio stampa (o comunicazione o relazioni esterne) o come si chiama in barilla

tra l’altro, molti elementi sono l’esatto opposto del frame di anteprima del video, dove guido si presenta con piglio deciso e determinato, capello a modo, una luce degna di questo nome (… e una camicia non spiegazzata)

guido-barilla-2

sul resto della vicenda concordo molto con gianluigi cogo

* i giudizi morali li lascio ai tanti commentatori che in questi giorni si sono dati da fare …

 

ps: